domenica 30 novembre 2008

LA TELEFONATA NOTTURNA.

La notte è fatta per dormire...mentre state beatamente nel mondo dei sogni, vi è mai capitato di ricevere una telefonata in piena notte?si?ma non come questa!guardate un pò cosa succede a questo poveraccio....scherzo!guardatelo fino in fondo, finale straordinario!!buona visione.Vi auguro di cuore un buon fine settimana.Bacioni a tutti quelli che passano di qui.

venerdì 28 novembre 2008

Salute e Benessere.


GLI ANTIBIOTICI.


Ciao a tutti vorrei farvi leggere questo aricolo molto importante per la nostra salute,l'ho letto su una rivista e ho voluto pubblicarlo per far si che la leggeste anche voi.
Prendiamo troppi antibiotici. I dati relativi al consumo degli antibiotici analizzati dall’Agenzia Italiana del Farmaco mostrano come il consumo di questa classe di farmaci continui a crescere e come l’Italia sia uno dei Paesi europei con il più alto consumo di antibiotici, preceduto solo da Francia, Grecia e Cipro. L’incremento medio dei consumi di antibiotici in Italia dal 2000 al 2007 è stato del 18%. Oggi ogni giorno in Italia 1 milione e mezzo di persone assume un antibiotico al di fuori dell’ambito ospedaliero. Quello più consumato è la penicillina. Colpa di prescrizioni facili, cultura del fai-da-te e anche un po’ di ipocondria (l’aumento non sembra infatti supportato da dati epidemiologici), l’utilizzo irrazionale e l’abuso degli antibiotici possono avere serie conseguenze sulla salute pubblica: da una parte si assiste a una serie di reazioni avverse a catena (di tipo dermatologico, soprattutto, ma non solo), dall’altra i batteri diventano più resistenti perché in un certo senso abituati al farmaco (si parla in questo caso di anibiotico restistenza). Per correre ai ripari e arrestare l’abuso dilagante di antibiotici in Italia, l’Agenzia Italiana del Farmaco, l’Istituto Superiore di Sanità e il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in coincidenza con la Giornata europea per gli antibiotici (18 novembre), hanno realizzato la Campagna di comunicazione Antibiotici sì, ma con cautela, con l’obiettivo di informare i cittadini su scopi, modalità e tempi di assunzione corretta degli antibiotici.Il 57% degli italiani, durante lo scorso anno, ha assunto antibiotici, ma nel 44% dei casi il farmaco non è stato prescritto dal medico, bensì acquistato autonomamente; nel 20% dei casi, chiedendo al farmacista nel 21% e chiedendo consiglio a parenti e amici nel 2% dei casi. Questo dato indica un preoccupante aumento della pratica del self-care che nell’ambito degli antibiotici è assolutamente non raccomandabile, come dimostrano anche i risultati di un sondaggio commissionato dall’Istituto Superiore di Sanità. Dall’indagine, che ha coinvolto 2.200 persone di diverse età in tutta Italia, si evince che solo un italiano su due sa cos’è un antibiotico e cosa cura e che ben quattro italiani su dieci li assume senza prescrizione medica. Buona parte della popolazione italiana ha utilizzato antibiotici per curare infezioni ma ben il 44% li ha utilizzati in modo scorretto. Il 29%, infatti, ha preso un antibiotico per curare l’influenza e il 14% per guarire dai raffreddori. Tra le cause più frequenti di prescrizione, le infezioni delle vie respiratorie (60%) del sistema urinario (9%) dell’orecchio (6%) del cavo orale (6%). Altro dato di rilevante interesse è il completamento del ciclo della cura: il 40% degli italiani dichiara, una volta intrapresa la cura, di non averla terminata. E i medici? Secondo il sondaggio tre quarti di loro informano il paziente sui motivi della prescrizione e sulla corretta gestione del farmaco.

giovedì 27 novembre 2008

AMICI MIEI...chi fà parte o non del mio blog voglio regalarvi questo video..

Siete traordinari...sono

orgogliosa di avervi come Amici...

siete in molti ma vi rispondo

tutti con:Vi voglio un mondo di bene...

non dovete ringraziarmi...

sono io che ringrazio voi

per il vostro amore e

afetto che dimostrate ogni giorno...

Siete mitici e speciali...

Un caloroso Abbraccio

approfittando anche del freddo...

che possa riscaldare i vostri cuori...

Bacioni e grazie ancora per i vostri

commenti...

Oggi mi sento particolarmente piena d'amore verso tutti voi.....devo ringraziarvi con tutto il mio cuore, per avermi dato la possibilità di poter anch'io far parte dei vostri blog....da quando ho intrapreso questo percorso ,vivo di emozioni e di affetto verso ogni cosa che facciamo e condividiamo insieme...siete un pò come una grande famiglia per me...una famiglia virtuale...sarebbe davvero bello potervi abbracciare tutti ,dico propio tutti ,perchè alcuni non sono presenti nei visitatori...ma sò infine che è inpossibile...ma la cosa che mi rallegra molto e sapere che ci siete sempre....Vi voglio un mondo di bene...Voglio regalarvi questo video...Grazie ancora.

lunedì 24 novembre 2008

frittelle baresi

Le nostre mitiche frittelle

Baresi...che le nostre


nonne ,mamme fanno quando


vien Natale...Ecco la ricetta per


voi:
Ingredienti: (per circa 6 persone..anche meno se siete molto golosi):500 g. di farina (ho usato una 00, ma regolatevi voi)1 cucchiaio di olio1/2 bustina di lievito di birra in polvere (o mezzo cubetto)1 cucchiaino di zuccherosale q.b.acqua tiepida salata q.b.Procedimento:Unite tutti gli ingredienti nella spianatoia di farina e impastate aggiungendo acqua quando serviva...ma attenzione a non esagerare o l'impasto sarà irrimediabilmente molliccio! io ho usato circa mezzo bollilatte d'acqua. Si impasta per un bel pò cercando di "aprire" la massa, prenderla a pugni eccetera...se avete un bimby o qualche robot del genere impastate lì!Ottenuto un panetto bello sodo, mettetelo a lievitare per circa un'ora- un'ora e mezza.Quindi prendete l'impasto, dividetelo in palline e stendete delle sfoglie quadrate o triangolari da circa 8-10 cm, spessore 5 mm:e friggetele in abbondante olio ben caldo fino a doratura (ci vuole poco, circa un minuto o due):Salate ben bene ed ecco le mitiche frittelle:Strabuonissime, croccanti ma morbide all'interno, sia da sole che con qualsiasi accompagnamento.

Le vostre letterine


Cè atmosfera Natalizia nell'aria...
Avete preparato l'albero?
Cosa vorreste trovarci come regalo?

Mi piacerebbe conoscere i vostri desideri...

sabato 22 novembre 2008

A mio Padre






Ci sono cose nella Vita che si verificano senza una spiegazione...inspiegabili momenti di conflitto che abbiamo dovuto sopportare io le mie sorelle e mia madre,per tanti anni...chiedendoci 1000 perché,ma senza avere risposte concrete...o del tutto realiste.Parlo di mio padre,uomo che ho sempre amato...e che amerò per tutta la mia vita...lui è sempre stato un buon padre...non ci ha fatto mai mancare nulla,malgrado il suo lavoro lo tenesse lontano da noi per diversi giorni,ma quando rientrava a casa era sempre presente in tutto per tutto.Eravamo felici...con l'andar del tempo io e le mie sorelle ci siamo sposate,messo su belle famiglie...lui era al settimo cielo con mia madre per essere diventato nonno...ogni giorno era una favola vederlo insieme a mia madre e i nostri bambini sorridere...ma venne il giorno che tutto ciò divenne , invece di una favola,una tragedia...Mio padre dovette partire per il suo mestiere"carpentiere"in Germania...doveva però questa volta assentarsi da casa per 3 mesi,furono lunghi...il suo rientro finalmente avvenne,ma fu sconvolgente non era il papà di una volta,era cambiato in tutto .Divenne aggressivo verso noi e mia madre,volle andarsene di casa...non ama più mia madre..voleva riflettere...così fu...A distanza di anni,le lotte per riavere il suo amore,il suo ritorno,il papà di sempre ,non sono servite a nulla....lui ha avuto una,due o più storie...non mi importa è una sua scelta di Vita...ora e ' lontano da noi chilometri...ma sta di fatto che io le voglio sempre bene.A TE PAPA' OVUNQUE TU SIA,IO TI VORRO' SEMPTRE BENE...TI DEDICO QUESTA PERLA DI SAGGEZZA CON TUTTO IL MIO CUORE.MA VORREI DEDICARLA ANCHE A TUTTI I PAPA' CHE LA LEGGERANNO.

ESSERE PADRE

Sei padre . . .
quando non ti preoccupi molto
del benessere materiale dei tuoi figli,
ma di quello mentale . . .
Sei padre . . .
quando non regali ai tuoi figli
solo tanti bei giocattoli,
tanti bei vestiti,
tanti bei dolciumi,
ma soprattutto . . . tanta gioia . . .
Ma, soprattutto, sei padre . . .
quando smetti di fare ciò che stai facendo
e vai dai tuoi figli
e ti metti a giocare con loro . . .
Ringrazio con tutto il mio
cuore un mio carissimo Amico Gigi lo
Stagnaro, me l'ha inviata un pò di tempo
fà e che l'ho
apprezzata tanto...
uomo molto saggio e da tanti pregi...
grazie ancora Gigi.

venerdì 21 novembre 2008

MALEDETTA ANORESSIA!!!!!

Guardando queste immagini che scorrono,mi è venuta tanta amarezza nel cuore...perchè?perchè una donna,una ragazzina,una fotomodella debba ridursi in quello stato?perchè chi è nel mondo dello spettacolo,della moda,nella Vita di tutti i giorni deve sentirsi "costretta ad rifiutare il cibo per piacersi e piacere ad altri?"è diventata una brutta malattia.
La malattia di solito inizia con una dieta, con restrizioni alimentari mosse dal desiderio di migliorare la propria immagine, di farla aderire al modello imposto dalla nostra società. In realtà la bellezza del proprio corpo è un pretesto, un desiderio che poi non verrà mai raggiunto, in quanto il corpo viene debilitato, corroso dall’ostinazione del rifiuto del cibo, fino a ridursi a niente.
Contrariamente a quanto ancora oggi molti sostengono, le persone anoressiche in realtà non sono sorde ai morsi della fame, anzi, conoscono perfettamente la fame e ne hanno un profondo terrore: non mangiano niente per paura di mangiare tutto, di non esser in grado di fermarsi. Ogni alimento è un nemico che una volta ingerito può trasformarsi in grasso, in parte del proprio corpo. In poco tempo il corpo e il cibo diventano una vera ossessione, un pensiero coercitivo e un’occupazione costante che non permettono altre passioni, altri interessi…la vera e propria perdita di libertà di pensiero e di azione.
Ma il corpo con le sue leggi metaboliche è una realtà che prima o poi sfugge al controllo completo e totale che vorrebbe attuare la persona anoressica. La denutrizione porta a gravissime conseguenze che si manifestano con dolori addominali, intolleranza al freddo, peluria diffusa su tutto il corpo, oltre che insufficienza renale, osteoporosi, alterazioni cardiovascolari, problemi gravissimi ai denti e molto altro.
L’anoressia può portare a negare la realtà, a non riconoscere il rischio che il corpo corre perché offuscati dall’onnipotenza del rifiuto anoressico e dall’euforia del corpo ridotto a ossa che la inducono a credere di poter dominare ogni cosa, finanche la vita e la morte… ma è un’euforia intrisa di paura.
La paura di diventare bulimica.

A te che stai leggendo,se sei vittima di questa malattia...ti prego....rifletti...pensaci...amati per come la Vita ti ha creata...oggi per te è un giorno nuovo,oggi sei migliore...oggi sei speciale...perchè oggi hai scoperto il vero senso della Vita.

By Pina.

martedì 18 novembre 2008

REI-KI energia universale....






Cos'è Reiki

La parola Reiki è d’origine giapponese ed è composta da due sillabe: Rei e Ki.

La prima, Rei, significa qualcosa di misterioso, miracoloso e sacro. Essa sta ad indicare l’Energia primordiale (Divina); è quell’energia che esisteva ancor prima della creazione dell’universo, è il principio divino dal quale è scaturito il Big Bang e che ha portato alla creazione dell’universo in tutte le sue manifestazioni (Ki).

La seconda, Ki, significa atmosfera, o qualcosa che non si vede, o l’energia dell’universo. Tale termine indica l’Energia Vitale Universale intrinseca ad ogni essere e/o cosa. Il Ki permette ad ogni cosa di esistere e agli esseri viventi di vivere, è l’energia che regola il funzionamento stesso dell’Universo. Ki è il corrispondente del Chi per i cinesi, del Prana per gli indù, Luce o Spirito Santo per i cattolici, ecc.

In tutta la storia dell’umanità vi sono state guarigioni, basate sulla manifestazione e sulla trasmissione di un’Energia Vitale Universale, in grado di penetrare tutto, di una forza in grado di produrre e mantenere ogni forma di vita dell’Universo. I tibetani avevano, ad esempio, una comprensione profonda dell’essere, dello spirito, della materia e dell’energia, già migliaia di anni or sono. Essi utilizzano queste conoscenze per guarire il loro corpo, per armonizzare la loro anima e per portare il loro spirito all’esperienza dell’unità. Successivamente incontriamo questa conoscenza in India, la ritroviamo in forme modificate in Giappone, Cina, Egitto, Grecia, Roma e in altri paesi.
Questa forza è stata protetta e custodita nelle "Scuole di Misteri" di quasi tutte le antiche culture e nell’antichità era accessibile, nella totalità completa, solo a pochi addetti. Generalmente erano i sacerdoti o le guide spirituali di una cultura a tramandarla oralmente ai propri allievi.
Sovente gli studiosi moderni si sono imbattuti nelle diverse forme di questa "conoscenza intima" tramandata dall’antichità, tuttavia molto spesso male interpretandola, perché essa è stata mimetizzata con linguaggi criptici e ricchi di simboli.

Il Sistema Usui del Reiki non è solo il metodo più naturale e semplice ma anche quello più efficace da noi mai conosciuto per la trasmissione dell’Energia Vitale Universale.
Quando un uomo viene aperto a questo flusso come "canale del Reiki" allora l’Energia Vitale Universale scorrerà spontaneamente ed in forma concentrica dalle sue mani e questa capacità si protrarrà per tutta la vita.

P.S.volevo precisare che,

ciò che ho scritto rigurdo cos'è il Re-ki

non è solo opera mia...

Ma di un grande libro Rei-ki che ho

e che ho letto molto volentieri.




lunedì 17 novembre 2008

Ho appena ricevuto questa splendida poesia

che la piccola

Martina ha voluto dedicarmi...

Leggetela e ditemi cosa ne

pensate.Io la trovo molto tenera....

e vorrei dedicarla a tutti voi

che leggete.



I sogni sono l'unico mondo
dove nessuno può entrare....
l'unico dove decidiamo noi
cosa fare e quando farlo...
l'unico che ci dà speranze per affrontare
meglio il nostro risveglio!
Ora,chiudi gl'occhi....
per entrare nell'unico mondo che è solo tuo!...
Buonanotte.


domenica 16 novembre 2008

Un pò d' humor non guasta...(Barzellette)

Dall'Avvocato

Un avvocato ha appena aperto un ufficio.

Comunica al custode di avvisarlo anticipatamente appena arriva un cliente per lui.

Arrivato un uomo che cerca dell’avvocato,

il custode lo fa passare

e diligentemente citofona

al professionista prima che quell'uomo raggiunga l'ufficio:

"Avvocato, c’è una persona per lei."

"Va bene, lo faccia entrare!"

Quindi l'avvocato socchiude la porta,

si mette dietro la scrivania

e fa finta di parlare al telefono per darsi un certo tono,

e una certa importanza,

entra la persona e lui fa segno con la mano di accomodarsi,

nel frattempo parla di cause risolte con un amico immaginario,

e si dilunga nel discorso per far sentire al potenziale cliente di cosa lui è capace.

Quindi: "Ora ti devo salutare che ho qui una persona ci risentiamo eh!

E fammi sapere per quella causa,

che aggiusto tutto io!"

A questo punto l'avvocato si rivolge al cliente:

"Prego, mi dica in cosa posso esserle utile!"

"Avvocato sono il tecnico della Telecom,

sono venuto ad collegarle i fili del telefono!"

HUMOR...

Suocera


Una signora di mezza età perde i sensi.

Il medico, subito accorso, tranquillizza i presenti dicendo:"Si tratta di un malore da nulla!

Basterà qualche schiaffo, perchè si riprenda!

"Interviene il genero, il quale scosta il dottore ed esclama:"faccio io!

Sono vent'anni che aspetto questo momento."

sabato 15 novembre 2008

La voce degli innocenti. By Pina.



Occhi che vedono ciò che non dovrebbero vedere....
In questa Vita fatta solo di odio e disperazione...
L'amore dov'è finita mio Signore?
Aiutami a capire perchè questo mondo è crudele.
Perchè i miei genitori mi hanno abbandonata?
Perchè i miei fratelli vengono maltrattati e spinti con forza a lavorare?
Non ti chiedo nulla di più...
ma dimmi:perchè io esisto?
perchè non posso giocare come altri bimbi?
Aiutami ad avere la forza di poter un giorno sfiorare la tua mano.
Questa è una mia poesia che dedico a tutti i bambini che soffrono.

PREMIO DARDOS

Ringrazio di vero cuore Gennaro per questo premio,che mi ha inviato ieri sera.Sono davvero felice perchè è il primo che ricevo,grazie ancora Gennaro!...




Regolamento del premio:

Questo è un premio che riconosce i valori che ogni blogger dimostra ogni giorno nel suo impegno a trasmettere i valori culturali, etici, letterali e personali. In breve mostra la sua creatività in ogni cosa che fa'.

1) Accettare e visualizzare l'immagine del premio e far rispettare le regole.

2) Linkare il blog che ti ha premiato.

3) Premiare altri 15 blog e avvisarli del premio.

Io a mia volta consegno questo premio a:
Dual
Adriano

giovedì 13 novembre 2008

LA CURA...


Conosco molti cantautori bravissimi,ma lui per me è mitico (Battiato) ,le sue canzoni mi fanno sognare,ma tra le tante questa mi emoziona tantissimo...ogni volta che l'ascolto la mia mente và al di là dei miei pensieri...mi riporta indietro col tempo...la mia infanzia...i miei genitori le mie emozioni....i miei stati d'animo...le mie Amicizie.

Vorrei dedicare questo video a tutti i miei cari,i miei Amici e a tutti voi che lo guardate...

mercoledì 12 novembre 2008

fazzoletto a lunga durata.



Noi la usiamo nel modo giusto




loro la usano con la testa.





Molto saggio direi!!!!!









martedì 11 novembre 2008

Preghiera indiana

Dedica particolare per un mio carissimo Amico

Gigi lo Stagnaro...

e anche per tutti voi.





Molto spesso,quando si ricerca la saggezza,i pensieri vanno automaticamente agli indiani d'America.
Gli indiani d'America erano un popolo che credeva molto nella spiritualita'.Per loro ogni animale aveva un proprio spirito e ogni uomo aveva un proprio spirito guida ,rappresentato il più delle volte da un animale.Anche i loro canti ,le loro melodie avevano un sapore di soprannaturale,le loro danze servivano sempre per onorare qualche spirito oppure qualche evento.Rispettavano ogni cosa della natura e avevano un grande rispetto di tutto cio' li circondava.Erano acuti osservatori e traevano insegnamento da ogni cosa.Per loro le cascate, il movimento delle foglie,la potenza del vento,il cielo,il fuoco,l'acqua,erano forze da rispettare e da temere.Gli indiani d'America ricercavano sempre la saggezza.
Un popolo annientato da un altro popolo,e dovremmo ricordarci sempre di loro,quando cerchiamo di raggiungere la saggezza dello spirito.

sabato 8 novembre 2008

il salmone è mio

Ho trovato questa pubblicità Norvegese:straordinariamete ironica!!!

video

Voi che ne pensate? by Pina

venerdì 7 novembre 2008

ironizzando....


mercoledì 5 novembre 2008

PENSIERI DEL CUORE by Pina....


La Vita è il fiore


per il quale l'Amore è il miele....