lunedì 4 gennaio 2010

GOCCE DI TE
.


E' notte...
l'orologio segna ormai mezzanotte

io irrequieta .....

sento forte il desiderio di te
mentre sotto la doccia scorrono gocce d'acqua sul mio corpo nudo...
Gocce calde e morbide...
scivolano piano sul mio viso soffermandosi su le mie labbra...

mi abbandono...

scendono piano sul collo e poi...
giù verso i miei seni...piano...

brividi....mmm....

.....sensazione che toglie il respiro...
e mentre scorrono
ancora...ancora fino giù....

ho caldo....

Si accende forte il desiderio...
gocce che mi accarezzano come se fossero le tue mani...
i tuoi baci....
chiudo gli occhi con dolcezza...si adesso...
ti sogno.

By Pina

9 commenti:

Anto ha detto...

Cara Fru, sono in ritardo di qualche giorno ma auguro a te e alla tua famiglia un sereno e favoloso 2010. Ti volgio bene dolcissima! Un bacio

Massimo ha detto...

cara Fru, (ormai per me sei Fru... scusami)
un bel modo per cominciare l'anno !
bello, sexi al punto giusto !
Ancora una volta i migliori auguri a te e family, Buon anno !

Tomaso ha detto...

Cara Fru-Pina sono molto in ritardo per gli auguri spero che li accetti io con queste feste mi hanno completamente invaso avrei voluto essere dappertutto ma ahimè non è stato possibile...
Un forte e sentito abbraccio
Tomaso

UIFPW08 ha detto...

Acqua vorrei essere per scendere tra le montagne fino a valle. Acqua vorrei essere per abbracciare in fondo il mare.
Acqua vorrei essere per continuare a sognare.

UIFPW08 ha detto...

Poesia molto bella brava Fru, hai scritto delle righe di indubbia bellezza. complimenti.
Maurizio

Martin ha detto...

Che sensazioni forti...mmm, fortissime...trasmetti con questa poesia. Ciao, Martin

UIFPW08 ha detto...

sono cio che ho nel cuore
cio che mi hai donato
cio che non posso dimenticare

Favoloso ha detto...

Cara Fru, sai sempre stupirmi: a volte sei dolce, a volte sensuale... sei sempre comunque meravigliosa e questa poesia è davvero splendida!

angelo battaglia ha detto...

Bellissima prosa, lo sai che poi i sogni si avverano? Ciao Angelo.