venerdì 28 novembre 2008

Salute e Benessere.


GLI ANTIBIOTICI.


Ciao a tutti vorrei farvi leggere questo aricolo molto importante per la nostra salute,l'ho letto su una rivista e ho voluto pubblicarlo per far si che la leggeste anche voi.
Prendiamo troppi antibiotici. I dati relativi al consumo degli antibiotici analizzati dall’Agenzia Italiana del Farmaco mostrano come il consumo di questa classe di farmaci continui a crescere e come l’Italia sia uno dei Paesi europei con il più alto consumo di antibiotici, preceduto solo da Francia, Grecia e Cipro. L’incremento medio dei consumi di antibiotici in Italia dal 2000 al 2007 è stato del 18%. Oggi ogni giorno in Italia 1 milione e mezzo di persone assume un antibiotico al di fuori dell’ambito ospedaliero. Quello più consumato è la penicillina. Colpa di prescrizioni facili, cultura del fai-da-te e anche un po’ di ipocondria (l’aumento non sembra infatti supportato da dati epidemiologici), l’utilizzo irrazionale e l’abuso degli antibiotici possono avere serie conseguenze sulla salute pubblica: da una parte si assiste a una serie di reazioni avverse a catena (di tipo dermatologico, soprattutto, ma non solo), dall’altra i batteri diventano più resistenti perché in un certo senso abituati al farmaco (si parla in questo caso di anibiotico restistenza). Per correre ai ripari e arrestare l’abuso dilagante di antibiotici in Italia, l’Agenzia Italiana del Farmaco, l’Istituto Superiore di Sanità e il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in coincidenza con la Giornata europea per gli antibiotici (18 novembre), hanno realizzato la Campagna di comunicazione Antibiotici sì, ma con cautela, con l’obiettivo di informare i cittadini su scopi, modalità e tempi di assunzione corretta degli antibiotici.Il 57% degli italiani, durante lo scorso anno, ha assunto antibiotici, ma nel 44% dei casi il farmaco non è stato prescritto dal medico, bensì acquistato autonomamente; nel 20% dei casi, chiedendo al farmacista nel 21% e chiedendo consiglio a parenti e amici nel 2% dei casi. Questo dato indica un preoccupante aumento della pratica del self-care che nell’ambito degli antibiotici è assolutamente non raccomandabile, come dimostrano anche i risultati di un sondaggio commissionato dall’Istituto Superiore di Sanità. Dall’indagine, che ha coinvolto 2.200 persone di diverse età in tutta Italia, si evince che solo un italiano su due sa cos’è un antibiotico e cosa cura e che ben quattro italiani su dieci li assume senza prescrizione medica. Buona parte della popolazione italiana ha utilizzato antibiotici per curare infezioni ma ben il 44% li ha utilizzati in modo scorretto. Il 29%, infatti, ha preso un antibiotico per curare l’influenza e il 14% per guarire dai raffreddori. Tra le cause più frequenti di prescrizione, le infezioni delle vie respiratorie (60%) del sistema urinario (9%) dell’orecchio (6%) del cavo orale (6%). Altro dato di rilevante interesse è il completamento del ciclo della cura: il 40% degli italiani dichiara, una volta intrapresa la cura, di non averla terminata. E i medici? Secondo il sondaggio tre quarti di loro informano il paziente sui motivi della prescrizione e sulla corretta gestione del farmaco.

14 commenti:

Tarkan ha detto...

Cara Fru, scusa l'OT, ma mi sono appena inserito tra i tuoi lettori ;-)
P.S.Non dirlo a me che prendiamo troppi antibiotici, è un periodaccio che sto male un giorno sì e l'altro pure!!!

frufrupina ha detto...

Carissimo Tarkan,sono lieta di averti tra i miei amici...per quanto riguarda gli antibiotici,beh!cè da stare attenti...bisogna sempre consultare il medico mai fare il fai da te...dannegeresti te stesso...un bacione.

Anto e Paolo ha detto...

Anche io ne ho sentito parlare. Si assumono sempre di più molti farmaci, non ci si ferma solo agli antibiotici e purtroppo si ricorre sempre meno al medico e sempre più al fai da te, senza rendersi conto che si danneggia solo se stessi. A mio avviso, serve una seria informazione! Baci frufrupina! Anto!

...Patty! ha detto...

carino qui! :)

Veggie ha detto...

Grazie per aver condiviso questo articolo...
Io sono contraria ai medicinali in genere, quindi non ne ho mai presi, però è vero che soprattutto tra gli anziani c'è la tendenza ad eccedere, un po' per ipocondria, un po' per ignoranza... Forse bisognerebbe affidarsi un po' di più ai medici e un po' di meno all'istinto...

frufrupina ha detto...

Ciao Anto,vero condivido il tutto...certo una seria informazione sarebbe molto più concreta,ma questo dipende sempre da noi come apprendere le informazioni importanti, che riguarda la salute.Perchè, purtroppo cè ancora gente che fà finta di niente e continua a sbagliare.Tanti baci.

frufrupina ha detto...

Ciao Ptty lieta di averti qui....

frufrupina ha detto...

Ciao Veggie,buonasera.Certo,i medicinali in genere presi con molta facilità fanno male...sono felice che tu fino ad oggi non ne abbia avuto il bisogno prescritto dal medico,o per un'influeza,o per inffezioni nelle vie respiratorie o altro.Pultroppo,sono molto soggette ad arrivare a prendere l'antibiotico,gli anziani o i bambini.Ma SEMPRE CON PRESCRIZIONE MEDICA,ma cè molta gente che si comporta da incoscenti,prendono o danno ai bambini e anziani antibiotici senza prescrizione medica,qui secondo me dovrebbero intervenire le farmacie,un farmacista dovrebbe garantirsi che il cliente sia munito di certificato medico e ricetta presctitta dal medico.Ti abbraccio forte.

Calliope ha detto...

Ciao frufrupina ^_^
Gli antibiotici sono una gran cosa, se usati correttamente e non interrotti nel corso della terapia.
Il medico dovrebbe sempre avvisare i pazienti e dire anche..che ci son i generici che hanno lo stesso effetto di quelli più rinomati ma son più convenienti..perchè non è la marca che fa l'antibiotico efficace ma è il principio attivo in esso contenuto.
Ciao cara e buon week ^_^

frufrupina ha detto...

Ciao bellissima,buongiorno.Certo Calliope,condivido pienamente ciò che hai scritto,ma il punto è un'altro...anche se il medico ci consiglia marche diverse di antibiotici,e che poi il risultato finale sia uguale ad altri,va bene.Ma attenzione!cè da stare molto attenti...bisogna sempre avere la ricetta medica o l'autorizzazione di un medico,prima di acquistare un medicinale...sopratutto per i più piccini,non credi?Ti auguro anche te un buon fine settimana.Bacioni.

Peppe ha detto...

Okkio alle cure fai da te!

frufrupina ha detto...

Ciao Peppe,buongiorno...beh!certo,dobbiamo tenere presente tutto ciò che è scritto qui...Eppure caro Peppe cè gente che non si preoccupa dell'eventuali danni che potrebbero creare alla loro salute...Ciao e buon fine settimana.OPS...NON HO MICA CAPITO COSA HAI SCRITTO COMMENTO DI IERI,SOLO CHE MI E'VENUTO TANTO DA RIDERE...MA E'QUALCOSA IN DIALETTO?ti abbraccio.

fratello vento ha detto...

ero piccolo..avrò avuto 8 anni... la dottoressa mi prescrisse un antibiotico da adulti: mia madre stava per mandarla all' altro mondo!!! ciao amica! grazie per l' info!

frufrupina ha detto...

Ciao Fratello...beh!che dire...io come mamma se il mio medico avrebbe fatto la stessa cosa,l'ho avrei mandato non all'altro mondo ma di più...purtroppo mi spiace dirlo ma anche loro sbagliano,mettendo a rischio delle brutte disavventure...ma non tutti sono così...ci sono medici che sanno fare bene il loro lavoro...ti abbraccio serena domenica.