venerdì 18 settembre 2009

IL PERDONO.

Perdonare fa bene alla salute (ma solo se il perdono è sincero).

Concedere il perdono a qualcuno è un po' come sbucciare la cipolla. Potrai sempre ricominciare un'altra volta ed eliminare un nuovo strato, potrai sempre perdonare qualche altro dolore a qualcun altro.

Apprezzati per il solo fatto che sei disposto a iniziare a sbucciare la cipolla e perdonati se non riesci a perdonare tutto o tutti in una volta.. ma prima degli altri perdona te stesso. Non è necessario che ti punisca: hai semplicemente fatto del tuo meglio.

Ti sorprenderà questa tecnica: quanti bagagli ti portavi dietro!

In fondo..


"Errare è umano, perdonare è divino"


Inizia a perdonare

Chiudi gli occhi e respira profondamente...

Pensa a tutte le persone che ti hanno fatto del male nella tua vita, consapevolmente o inconsapevolmente e ripercorri con la mente il dolore che hai sopportato a causa loro.Fai scorrere i personaggi nella tua mente...Ora apri gli occhi e inizia a conversare con ogn'uno di loro.

Fai affermazioni del tipo:

"Tu mi hai fatto molto male. Comunque, io non voglio rimanere ancorato al passato, io sono pronto a perdonarti".

Respira e dì:

"Io ti perdono e ti libero".

Respira di nuovo e dì: "Tu sei libero e io sono libero".

Ora osserva come ti senti.

Alleggerito?

Se percepisci ancora della resistenza respira e dì:"Io sono pronto a superare ogni resistenza".Concedere il perdono a qualcuno è un po' come sbucciare la cipolla. Potrai sempre ricominciare un'altra volta ed eliminare un nuovo strato, potrai sempre perdonare qualche altro dolore a qualcun altro.Apprezzati per il solo fatto che sei disposto a iniziare a sbucciare la cipolla e perdonati se non riesci a perdonare tutto o tutti in una volta.. ma prima degli altri perdona te stesso. Non è necessario che ti punisca: hai semplicemente fatto del tuo meglio.Ti sorprenderà questa tecnica: quanti bagagli ti portavi dietro!


16 commenti:

Raffaele ha detto...

Solo conoscendo la nostra vera natura animico/spirituale possimao capire come salvare questo mondo perchè nella vera essenza GLI ALTRI SIAMO NOI.

Lina-solopoesie ha detto...

Se parliamo del ..perdono credo che per stare in pace con te stesso bisogna perdonare ma non è semplice farlo ...se qualcuno ti ferisce dovresti essere capace di non portare rancore e poi andare avanti senza rabbia...Chi ci riesce è fortunato...perchè poi ci si sente davvero liberi è un gesto umanitario con cui, vincendo rancori e risentimenti, si rinuncia a ogni forma di rivalsa di punizione o di vendetta nei confronti di un offensore. Per estensione ha il valore d'indulgenza verso le debolezze o le difficoltà altrui, oppure di commiserazione o di benevolenza....infatti molto spesso produce una sensazione di sollievo, annullando quella tensione e quel legame esclusivo che lega vittima e offensore e che li rende parte separata del contesto sociale.....Ma chi non è capace di questo non bisogna condannarli , D'altronte ... siamo solo uomini... S.Paolo ai Corinzi ha scritto : L'amore non si indigna, non nutre alcun risentimento per il male ricevuto, non si rallegra dell'ingiustizia, ma gioisce della verità. Tutto ammette, tutto crede, tutto spera tutto sopporta."
CIAO
LINA

Squilibrato ha detto...

Ciao, grazie per essere passata nel mio locus amoenus, sono contento ti piaccia. Questo significa che c'è insanità anche in te e non sai quanto mia dia sollievo sapere di non essere solo. Pare, comunque, che la compagnia sia estesa e coinvolga sempre più individui.

Perdonare è una cosa da persone forti. Tutta questa forza, al momento, mi manca, perché alcune cose proprio non riesco a perdonarle. L'acquisirò, col tempo, senza fretta.

serenella ha detto...

Il problema non è perdonare ma essere perdonati!
Buona serata.

UIFPW08 ha detto...

Solo il perdono ridona la vita alla vita. Dolce notte Fru.

Neve ha detto...

che belle parole..come sono vere!

Darksecretinside ha detto...

Carissima Fru.....
non è un tema facile....
io forse sono la persona meno adatta a trattare questo argomento....
Per i "falsi-buonisti ed i moralisti"...sono moooolto opinabile in merito al "perdono"....
E le mie opinioni sono anche quello nella quale credo...
E quindi...incontrovertibili...

Da questo capirai quanto per me sia difficile perdonare....
ed ho anche una memoria di ferro su certe cose che passato non diventano mai...

Pertanto, credo che il riuscire a perdonare sia un attitudine caratteriale, un indole, un dono,appunto...
Del resto lo dice la stessa parola..

PER - "DONO"


Un bacione

NeLLa'S ha detto...

La mancanza di perdono ci fa rimanere attaccati a emozioni passate,blocca la nostra energia e la nostra capacità di attirare ciò che desideriamo...
Anch'io ho avuto delle difficoltà al riguardo,avevo paura che perdonando qualcuno non avrei imparato la lezione che aveva da darmi e sarei stata ingannata di nuovo...però poi guardai quell'idea e capii che era solo un idea...
Il perdono rende liberi... ed è importante riuscire a perdonare...ma bisogna cominciare da noi..perdonare noi stessi...perdonare coloro che ci hanno fatto del male...solo così riusciremo a guardare oltre...
Ciao cara...bellissimo post...
Anto...

Davide ha detto...

Ciao Fru..per qualche tempo starò lontano dal mio blog...
Un bacione grosso a te..

Veggie ha detto...

Penso che sia molto difficile predonare qualcuno... perdonarlo per davvero e fino in fondo, intendo... Però sarebbe davvero bello poterci riuscire... penso che sarebbe molto liberatorio...

Gigi ha detto...

Il "Perdono" dovrebbe appartenere a un DIO. Perché solo un "DIO", può perdonare.
Io non sono un "DIO" e quindi non potrei mai perdonare. Semplicemente perché non c'è nulla da perdonare. Gli avvenimenti che ci fanno male, devono solo passare... come l'acqua che scorre sotto i ponti e porta via. Quindi, senza lasciare odio o rancore...
Tutto questo, secondo me... solo, secondo me...
Gigi LS

PuntoCroce ha detto...

Ciao tesoro, bellissima la tua riflessione.
Perdonare a volte è molto difficile... e riuscire a farlo sempre è una vera benedizione!!
Un abbraccio e Buona Domenica, ciao
Maria Rosa

Poeslandia ha detto...

Se parliamo del ..perdono credo che per stare in pace con te stesso bisogna perdonare ma non è semplice farlo ... come ha detto Lina, MA per vivere sereni con la propio io si sforza, anche fa di tutto per dimenticare "il torto" ... e meglio, ho imparato sulla mia pelle :-) e poi... come si dice, "chi lo fa l'aspetta", e a me basta sedermi sulla riva del fiume ed aspettare :-) (cattivella?)... si si...
felice serata a voi :-)

Poeslandia ha detto...

PS.. dimenticato la cosa piu importante, queste riflessioni che hai scritto sono profondi e molto belli... un abbraccio grande

ASTERIX ha detto...

il perdono e' la miglior cosa del mondo.........

ASTERIX ha detto...

e finalmente ho finito la pagina ...mamma mia ma da quanto tempo non stavo piu' nel blog?
w i blogger w il dixdipc
quando ce vo ce vo